Cambiare prospettiva senza spostarsi

Sappiamo tutti cosa e’ la prospettiva, è  la visione che otteniamo di qualcosa a seconda del punto in cui ci posizioniamo a guardarla. Ma è cosi facile dimenticare quanto incida nella nostra vita quotidiana e quanto influenzi la qualità della vita stessa. 

Per cominciare la prospettiva da cui osserviamo tutto ma proprio tutto è una prospettiva individuale e soggettiva. Non c’e’ altro osservatore dentro il nostro corpo se non noi stessi. Anche quando “sediamo” nello stesso posto di qualcun altro la prospettiva che cogliamo è comunque diversa, perché gli occhi percepiscono cose differenti a seconda dell’impostazione mentale, della esperienza e della storia di vita di chi li possiede. Quando guardiamo qualcosa non stiamo semplicemente osservando, stiamo contemporaneamente filtrando la realtà a seconda dei nostri parametri di riferimento e, nello stesso momento anche interpretando ciò che registriamo a seconda della nostra impostazione mentale, del nostro software interiore. Una persona incline alla serenità, sicura di se stessa e priva di grosse esperienze traumatiche percepisce la realtà che la circonda in modo completamente diverso rispetto ad una persona impaurita, insicura e traumatizzata. 

La nostra storia personale è un filtro potentissimo che ha il potere di distorcere od influenzare ciò che gli occhi collezionano come dati oggettivi. 

Ma anche all’interno di noi stessi la prospettiva delle stesse cose continua a mutare a seconda della nostra conoscenza, esperienza e fase di vita. Percepiamo, vediamo e diamo importanza e valore a cose diverse a seconda di chi siamo diventati. E, solitamente, la prospettiva si allarga e si amplia, più invecchiamo e più siamo capaci di contestualizzare in maniera diversa i dati e le informazioni raccolte fino a quel momento di vita. 

Personalmente ritengo che la prospettiva dia veramente ricchezza ed unicità alla nostra esperienza di vita e permetta di vedere cose molto diverse anche rimanendo nello stesso punto di osservazione per anni.  

Come si acquisisce prospettiva stando fermi? 

Permettendoci di crescere dentro noi stessi. Usando un’altra parola: evolvendo. Mi piace tantissimo l’immagine che usa una delle mie autrici preferite, Caroline Myss, per spiegare tale evoluzione. E’ un po’ come immaginare di essere un palazzo con tanti piani. Viviamo sempre dentro quelle quattro mura, ma più impariamo e cresciamo e facciamo esperienza, più sentiamo l’esigenza di andare ad abitare più in alto e quando ci spostiamo dal piano terra ai piani alti, la visione e la prospettiva che abbiamo di ciò che sta intorno a noi, cambia completamente. Chi vive nell’attico sa bene che ciò che vede e che respira risiedendo allo stesso indirizzo è molto diverso rispetto agli inquilini del piano terra. E tale visione cambia completamente la qualità della nostra esistenza. 

Un esercizio che mi piace fare ultimamente è proprio quello di cercare una prospettiva diversa rispetto alle cose che ho sempre osservato in un certo modo. Mi aiuta farlo, l’aver compreso ed accettato che non viviamo in un universo caotico e casuale, anzi tutto il contrario, viviamo in un universo perfettamente bilanciato dove se spostiamo il punto di equilibrio verso un estremo, inneschiamo automaticamente una reazione di pari forza che tenderà a ricreare l’equilibrio originario. Prova ne è il pianeta in questo momento della nostra storia. Abbiamo causato cosi tanti disequilibri con le nostre scelte di vita da rendere necessarie reazioni di particolare intensità e gravità a livello naturale e biologico per ricreare ciò che abbiamo alterato. La stessa cosa vale per il nostro corpo: abbiamo accumulato cosi grande stress da generare malattie cosi invasive e persistenti che richiedono un enorme sforzo energetico per essere superate. 

La prospettiva da cui guardavo queste cose fino a qualche tempo fa era un senso di impotenza ed ingiustizia ora mi rendo conto che ho molto più potere di ciò che avrei mai immaginato, le mie scelte personali contano nel micro come nel macro, e, coltivare un senso di curiosità invece che di giudizio rispetto a ciò che accade, mi permette di non cadere nello sconforto e di vedere opportunità e soluzioni dove molti di noi vedono solo problemi.  

(Pic courtesy Unsplash - Chuttersnap)

Post your comment

Comments

  • cialis and viagra sales 24/08/2020 5:31pm (2 anni fa)

    Acheter Cialis Livraison 24h Grismissorgo https://biracialism.com/ - buy cialis online forum BaitaCreemia isotretinoin 10mg in germany discount store Butherokehet <a href=https://biracialism.com/#>cialis generic name</a> Amelaype Viagra Pharmacie Maroc

  • EleoSeframs 18/03/2020 1:29am (3 anni fa)

    Amoxil Generic https://apcialisle.com/# - Cialis Cialis Twitter <a href=https://apcialisle.com/#>Buy Cialis</a> Achat Cialis Par Cheque

  • Oriella 02/05/2019 5:22pm (3 anni fa)

    Ciao Annalisa
    ..è proprio vero ..come può cambiare la visione spostando la nostra messa a fuoco da una diversa prospettiva...
    Ci vuole solo un pò di allenamento ...ma il risultato può fare non altro che bene!!.
    ..grazie per tutte queste condivisioni...buona serata!!

  • Giovanna 01/05/2019 10:32am (3 anni fa)

    Ciao Annalisa, ho letto attentamente il tuo scritto sul cambio prospettiva.
    È meraviglioso, lo pratico da un po' e posso dirti che è il mio salvataggio .
    Mi permette di uscire da una visione che mi piace poco ad una visione accettabile o addirittura piacevole. Dipende dalle situazioni.
    Come al solito la tua scrittura mi ha entusiasmato e trasmesso delle bellissime emozioni e vibrazioni.
    Grazie...un bacio

RSS feed for comments on this page | RSS feed for all comments